Credit: Matt Wragg

A Pila va in scena la seconda puntata del Super Mountain. Dopo la giornata di sabato dedicata alle qualifiche, che vede Manuel Ducci in 2° posizione, Joseph Murachelli e Ale Seddaiu in 10° e 11°, oggi si parte con la competizione, come sempre divisa in due manche. A Pila sono presenti più stranieri che a Limone, tra questi il velocissimo Anrig, affiancato da una pattuglia di Svizzeri altrettanto agguerriti. Anche il tracciato è più filante e veloce di quello della 1° SM

Qualifiche

Seconda posizione in qualifica per Valentina Macheda, che precede Morgane Such del  Team Marsigliese Massilia Bike System.

2° Super Mountain Pila (AO).

Manuel Ducci conquista il suo primo podio di Super Mountain !

Work Hard – Ride Hard…questo è il pay-off di Life Cycle e questo meglio di ogni altro concetto rende l’idea del weekend appena trascorso a Pila.
A distanza di nove mesi ecco arrivare un bel riscontro per un gruppo che sta portando avanti un progetto di vita con tanto impegno e passione.

Manuel Ducci vince la 2° prova del circuito Super Mountain, un importante risultato per l’atleta di San Remo e un ulteriore stimolo per gli altri compagni del team, del club e per il gruppo dello staff ad andare avanti con caparbietà.
Il Team Manager conquista con gli artigli la prima posizione in una battaglia sul filo del decimo di secondo con atleti di grande valore come lo Svizzero Anrig, già incontrato al Super Enduro. Proprio gli Svizzeri ad ogni evento esordiscono con un nuovo rider sconosciuto ai più ma sempre iper-veloce e pericoloso.

Alla Super Mountain di Pila è la volta di Marx che in qualifica si posiziona al primo posto.

La giornata del sabato in queste manifestazioni è un grande momento di verifica e di confronto, oltre che un sottile metodo per alzare ancora di più lo stress e l’attesa per le manche di gara del giorno seguente. Ducci in questo caso, con sole 2 run di qualifica, di cui una in buona parte percorsa con una ruota quasi a terra intuisce che la domenica potrebbe essere la sua giornata e di fatto così è. Con una gran zampata sfila lo scettro agli avversari e sale sul gradino più alto.

“La seconda manche è stato uno sparo al fulmicotone! sul finale ho anche perso un paio di secondi con il pedale che non voleva saperne di riagganciarsi dopo una botta presa a metà percorso…non so ancora adesso come ho fatto a mantenere il sangue freddo, anche la più piccola cosa quando va storta è facile che ti faccia perdere tutto…Comunque dopo Tolfa lo avevo detto che mi era rimasta dell’adrenalina in circolo!”.
Anche Joseph Murachelli conclude nella TOP10 piazzandosi al 9° posto e confermando che le Super Mountain sono le competizioni che più si addicono al pilota Sanremese.
Valentina Macheda chiude in 3° posizione “Purtroppo nella seconda manche mi sono capitati due inconvenienti che mi hanno fatto ritardare.

Nella foga di spingere a pedalare ho perso il contatto con un aggancio e per un soffio non mi sono cappottata, poi dopo lungo il tracciato ho sbagliato traiettoria a causa delle fettucce strappate da quei cinghiali degli uomini partiti prima di noi…Lo sprint finale mi ha comunque dato una forte carica, è stato stimolante correre fianco a fianco con atlete così in gamba”.
La sfortuna colpisce invece Alessandro Seddaiu che rallenta il suo passo nella seconda manche. “La mia gara è finita stallonando in un pezzo molto veloce, peccato perchè già dalle qualifiche mi sentivo in forma pur essendo ancora abbastanza dolorante dopo la caduta di Tolfa” .
Dopo questa sana iniezione di energia Life Cycle si prepara ad un evento meno agonistico ma pur sempre elettrizzante, la fiera ExpoBici in programma il prossimo
weekend a Padova.
Ospiti nello stand di 4Guimp i piloti del team saranno a disposizione del pubblico per fare quattro chiacchere in totale relax. Be there!

Torna all'archivio News [...]


Inserisci il tuo commento

Devi essere registrato per inserire un commento