In concomitanza con l’uscita del numero di Luglio di 365 Magazine ecco questa nuova sezione del Blog Work Hard – Ride Hard .

“Endtroducing” è un gioco di parole ed è il titolo del primo album di DJ Shadow nonchè primo disco della storia ad essere composto partendo esclusivamente da samples.

Questa sezione vi introdurrà i membri del Life Cycle Team ai quali è stato chiesto di suggerire ognuno una playlist da aggiungere alle loro parole. Qualcosa che racconti quel non so che di più a volte difficile da inquadrare in un intervista. Una serie di assaggi, di samples appunto, per conoscere i diversi membri del Team attraverso una prospettiva diversa.

Dall’uscita di 365 n.6 ogni settimana troverete una scheda dedicata ad ogni pilota – Alzate il volume !

 

VALENTINA MACHEDA

 

Chi è Valentina ?

Una ragazza di 25 anni che abita in uno degli spot di Mountain Bike più belli d’Europa. Sono pilota ufficiale del Life Cycle Team e lavoro con il mio compagno (Manuel Ducci) come guida All Mountain e FreeRide. Ho due cani grassi di nome Hugo e Olga che sono anche le nostre mascottes !

Hai iniziato ad andare in bici seguendo Manuel, curiosità per la MTB o voglia di condividere un’esperienza in più con lui?

Senza dubbio per condividere un esperienza in più con lui e poi per mettermi alla prova. Prima di conoscerlo non sapevo neanche come fosse fatta una bicicletta, figuriamoci quelle da discesa !

La tua pima volta in Mtb?

Eravamo a Molini di Triora e stavo guidando il furgone per fare risalire Manuel, su e giù tutto il giorno…che palle ! Scherzando ho chiesto: ” Quando mi fai provare ? “ Detto fatto, in meno di un minuto mi sono ritrovata addosso casco integrale, ginocchiere e bici da discesa. La bici era senza catena, Manuel infatti usa questa tecnica per allenare la tecnica di guida. Sinceramente non riesco a ricordare quante volte ho cappottato, ricordo solo che in una di queste ho dato un pestone per terra così forte da perdere l’unghia dell’ alluce. Ma se la mia prima esperienza in mtb è stata dura, io lo sono stata di più ! Oggi sono qui e sono contenta di aver stretto i denti.

Cos’è l’Enduro?

Conquistare una vetta con le proprie forze, per poi buttarsi giù nei sentieri a tutta. Che sia per una semplice “raidata” o durante una  gara  è soddisfazione allo stato puro ! Specialmente al termine delle gare mi resta una carica addosso che ripartirei subito per un altro giro. Indipendentemente dal risultato è sempre un impresa !

Perchè ci sono così poche donne che praticano questo sport?

E’ difficile per una ragazza entrare in contatto con questo sport. Solitamente ci si avvicina perché qualcuno a cui teniamo molto, il nostro ragazzo o un parente che già pratica, ci dà la possibilità di provare. Poi i fattori F&C (Fatica & Cartelle) influiscono molto ! Credo che siano poche le donne a cui piaccia andare in giro con i graffi sulle braccia e le gambe, in stile combattimento contro i leoni !

Quanto ti alleni alla settimana?

Normalmente 6 giorni su 7, alternando la bici da strada a quella da enduro.

Durante i trasferimenti tra le P.S. c’è qualcuno che ci prova?

Si ma non dirlo a Manuel ! Scherzo ! No, non lo ha mai fatto nessuno.

Se lo sport è sacrificio, c’è qualcosa che stai sacrificando nella tua vita per raggiungere un obiettivo sportivo?

Non sto sacrificando nulla della mia vita e non ho fatto rinunce, è una solo una questione di volontà e impegno.

Il rapporto tra Biker e Bike è di solito di amore folle. Si passano giornate a lavare, smontare, ingrassare, etc..etc..com’è il tuo approccio con la bici ?

Non possiamo parlare di smalti, scarpe o borse ? A parte gli scherzi, per adesso la lavo e la lubrifico mentre per i lavori più tecnici ci pensa Manuel o in campo gara il meccanico. Se ti riferisci al rapporto maniacale che si forma tra bike e biker, non so proprio cosa sia…ma guai a chi me la tocca !!!

Sembra che le ragazze in gara siano più serene e rilassate, perchè secondo te ?

Forse sembriamo meno agguerrite dei maschietti ma abbiamo comunque voglia di risultato e spirito di competizione, quindi credo che sia solo perché magari viviamo la tensione in modo diverso, dopotutto anche se abbiamo il casco integrale e le protezioni da guerriero siamo sempre donne !

Fammi una “istanatanea” delle tue avversarie. 

Guerriere

Dei tuoi compagni di Team.

Ale Seddaiu = Determinato

Simone Lanteri  = Brontolone

Joseph Murachelli = Rock

James McKnight = Intraprendente

Di Life Cycle. 

Una grande famiglia

Del tuo Team Manager.

Unico

La tua gara più bella e quella più brutta e soprattutto perchè.

La più bella Albese con Cassano 2011 perché è stata la mia prima vittoria nella Superenduro nello stesso giorno in cui il mio compagno vinceva l’assoluta, ma la gara sotto il punto di vista tecnico più bella è senza dubbio Sauze D’Oulx. La più brutta Finale Ligure 2011 non per la gara in sé ma perché sono arrivata molto stanca e da poco tempo mi ero imposta di passare dai flat agli SPD, per di più con Tracy Mosley campionessa del modo DH in carica che in speciale mi partiva subito dietro. Avete presente la gara dei tori a Pamplona ? Ecco io mi sentivo uno di quelli che correvano per le vie della città con un toro alle spalle !

Punta Ala ha proposto una gara totalmente immersa nella natura con trasferimenti su sterrato, pensi si possa proporre una formula di questo tipo su ampia scala eliminando i tratti di risalita su asfalto e quindi l’eterno dilemma delle risalite con i furgoni che a detta di alcuni snaturano in qualche modo questa disciplina ?

E’ sicuramente la soluzione che preferisco, ma mi rendo conto che purtroppo luoghi come Punta Ala non sono molto comuni e quindi è difficile pensare di impostare tutte le gare in quel modo, però si potrebbe cercare di lavorare per andare il più possibile in quella direzione.

Se non fossi una Rider ufficiale dove e cosa faresti ora ?

Penso che non sarebbe molto diverso da adesso forse farei meno gare e andrei un po’ più  in giro per il mondo con Manuel e i miei cani grassi !

Quanto è importante il mezzo in una gara Enduro ?

Tantissimo. Primo, ci vuole una bici leggera ma affidabile e poi sono molto importanti il setting delle sospensioni e la scelta delle gomme.

Come prepari una gara ? 

Devo dire che non è facile per me che sono l’unica ragazza in un Team di solo uomini, e tutti di buon livello. Di solito per la ricognizione seguo i miei compagni e cerco di capire da loro come studiare il percorso. Di sera studio i filmati delle PS trascrivendo i punti più importanti o tecnici su un foglio dividendoli in diverse sezioni, in questo modo li memorizzo meglio. Per il mezzo ci pensa il nostro super meccanico Francesco. In questo caso devo dire grazie a Red Bike per il supporto, mi ci vedi a me a trafficare con le brugole? Per alimentazione e idratazione seguo una dieta semplice priva di cavolate ma non troppo severa, uso integratori ad ogni allenamento e il giorno della gara faccio un abbondante colazione facendo particolare attenzione durante la gara perché con chilometraggi così lunghi non và sottovalutata.

Cosa non manca mai nelle tue uscite in bici ?

Gli integratori, qualche euro e un cellulare.

Cosa porti nello zaino durante una gara ?

Un kit di riparazione, barrette e integratori in abbondanza e un cellulare.

L’incontro più strano su un trail ?

Una famiglia di cinghiali a Finale Ligure proprio davanti al mio naso, purtroppo durante una speciale !

Cosa serve all’Enduro Italiano per crescere ed avere visibilità ?

Che i media coinvolgano di più questa disciplina nella loro comunicazione e che le aziende investano di più sugli atleti o le squadre.

Cosa non ti piace di questo sport ?

Quando si esagera con i tratti pedalati in speciale.

Il tuo Trail preferito ?

Terre rosse a Molini di Triora, non esiste nient’altro di simile !

Vorresti che nelle gare di Enduro ci fosse più da pedalare e meno discesa ?

Assolutamente no, anzi il contrario.

Cosa pensi del “Prologo” ?

A volte è fantastico a volte per niente, Punta Ala 2012 è stato un bello show !

Secondo te, se Andrea Bruno è definito il pilota che oggi rappresenta l’Enduro Italiano, qual’è il pilota donna ?

Devo dire che è difficile rispondere perché a differenza degli uomini negli ultimi due anni non c’è stata una donna che abbia dominato su tutte come ha fatto Andrea, perciò quel ruolo forse è ancora da assegnare…

 

Grazie Vale ! ci parli della tua Playlist ?

Beh, mi sono esaltata e ne aggiunte 5 alle 10 richieste…a una donna si può concedere no ? Vicino ai titoli ho aggiunto anche un piccolo commento personale…buon ascolto !!!

1)
“Sex on fire” – King of Leon
Questa canzone e in generale loro mi ricordano le prime gare, il periodo di approccio con la bici !

2)
“All good” – De La Soul
Mi ricorda il periodo in cui ho conosciuto Manuel.. La colonna sonora di tanti bei momenti !

3)
“Trust in me” – Byonce
…Quando cucino!

4 )
“Altar particular” – Maria Gadù
Perfetta per cullare il mio nipotino Simone!

5)
“Back in black” – AC/DC
Spettacolo ! La consigliano per le pulizie di casa !!!!

6)
“Highway star” – Deep Purple
Il vero rock ! Gli ultimi 2′ sono veramente yeah !

7)
“I was made for lovin’it you” – Kiss
…Un po’ di dance !

8)
“Little talks” – Of monsters and men
Un gruppo giovane che ho ascoltato qualche giorno fa…

9)
“Never too late” – The Answer
Pizza, gelato e coppa del mondo dh

10)
“Too close” – Alex Clare

11)
“Under cover of darkness” – The Strokes
Questo cd è rimasto incastrato nel furgone delle risalite!!!

12)
“Nightcall” – Kawinsky

13)
“Sail” – Awolnation

14)
“The dark side of the moon” – Pink Floyd
Quando leggo!

http://www.youtube.com/watch?v=_fvFeW8fgaw&feature=player_embedded

Torna all'archivio News [...]


Inserisci il tuo commento

Devi essere registrato per inserire un commento